Crea sito

SCUOLA IN GINOCCHIO-CORTEO DEL 24 SETTEMBRE A SALERNO,VIDEO ED ARTICOLI

http://www.youtube.com/watch?v=2Dsrd6ag6t4

Italia2Tv – 24/09/11 Salerno: interviste a Alessandro D’Auria COBAS Scuola, Vincenzo Ciafrone, stude

Video da Italia 2,clicca

Uniti contro i tagli alla scuola. Manifestazione in piazza

Il corteo per protestare contro i tagli del Governo. Sfilano alunni, genitori e docenti. In prima linea l’istituto di via Monticelli e i plessi di Ogliara
di Fiorella Loffredo

SALERNO. Alunni, insegnanti, genitori, sindacati e persino qualche dirigente scolastico stanco di obbedire alle miopi, se non cieche, indicazioni ministeriali scenderá in strada, a Salerno, per protestare contro un Governo che non aspetta altro che vedere la fine dell’istruzione pubblica.

«Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto. E’ quanto mi hanno dato al posto di un fucile». Così scriveva nel 1993 lo scrittore statunitense Philip Roth in “Operazione Shylock”. E sará proprio per assicurare a tutti i cittadini del domani – gli studenti di oggi – lo stesso numero di munizioni che questa mattina il mondo della scuola scenderá in strada per protestare.

A meno di venti giorni dall’inizio di questo terzo anno di tagli, ecco che la rabbia dei più colpiti dalla riforma Gelmini non può fare a meno di esplodere. Classi ridotte a batterie per animali, cattedre che scompaiono a causa degli accorpamenti, assistenti scolastici che vengono licenziati dopo 15 anni di servizio, precari in aumento, poco o nessun rispetto per quei bambini e ragazzi che devono faticare il doppio per stare al passo dei loro compagni perché affetti da qualche forma di handicap e che si vedono privati, come accaduto all’Itis “Focaccia”, anche degli assistenti materiali.

Era previsto per lunedì scorso il corteo che questa mattina, con partenza alle ore 9.30 dal piazzale antistante la stazione, invaderá le strade del centro cittá. A guidarlo i genitori degli alunni disabili che chiedono, all’interno delle mura scolastiche, reali pari opportunitá per i loro figli, la cui dignitá, allo stato delle cose, viene quotidianamente mortificata. Ci saranno i papá e le mamme degli studenti dell’istituto di via Monticelli (da dove è partita la contestazione dopo i ritardi nella riparazione, da parte della Provincia, di un ascensore interno); quelli dei bambini dei plessi di Ogliara, Sant’Angelo e San Mango Piemonte rimasti chiusi per alcuni giorni per carenza di personale ausiliario; quelli di altre scuole di Salerno e provincia in cui la scure dei tagli ha creato enormi disagi. E poi tanti studenti, primi fra tutti quelli del liceo scientifico “da Procida”, obbligati a seguire lezioni a giorni alterni per il dimezzamento dei collaboratori scolastici. E non mancheranno i sindacati. Proprio nel giorno in cui da Napoli arriveranno altre poche briciole per il personale Ata – circa 30 i posti in deroga attribuiti dall’Ufficio regionale alla provincia di Salerno -, il comparto ha deciso di far sentire la sua voce. Nella speranza che qualcuno possa ascoltarla.

http://lacittadisalerno.gelocal.it/dettaglio/uniti-contro-i-tagli-alla-scuola-manifestazione-in-piazza/5019150

Click on pen to Use a Highlighter on this page
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments are closed.