Crea sito

Scuola, altri tre docenti precari salernitani trovano giustizia in Tribunale

Il Giudice del lavoro del  Tribunale di Vallo della Lucania(SA)  riconosce il pieno diritto all’immissione in ruolo che il MIUR aveva negato loro relegandoli “in coda” nelle graduatorie d’interesse negli anni scolastici 2009/2010 e 2010/2011.

Il Giudice del Lavoro di Vallo della Lucania(SA), con tre sentenze di identico tenore, accoglie totalmente i ricorsi patrocinati dall’Avv.Angelo Maurilio Tuozzo , legale  che già nei mesi scorsi aveva ottenuto altre immissioni in ruolo per i suoi assistiti. Felicità per i tre precari G.T. F.P. e F.R. docenti che avevano alle spalle oltre 10/15 anni di precariato . Le sentenze ricordano al MIUR che la collocazione in graduatoria non può essere disposta “sulla base della maggiore anzianità di iscrizione in una medesima e conchiusa graduatoria, ciò configgendo anche con i principi costituzionali (di uguaglianza, art. 3; di buon andamento della p.a., art. 97; di accesso agli uffici pubblici in condizioni di uguaglianza, art. 51, comma 1)” e ribadiscono che “la Corte Costituzionale nella sentenza n. 41 del 2011 parla con felice espressione di disciplina eccentrica rispetto all’inserimento a pettine”. In queste province ,in pratica , i docenti ricorrenti, se fossero stati  inseriti a ‘pettine’, secondo il proprio punteggio ed in base all’anzianità di iscrizione in graduatoria, avrebbero ottenuto l’immissione in ruolo in quegli anni, poichè gli immessi in ruolo di quel biennio possedevano un punteggio inferiore al loro. Il contratto sarà retrodatato al 2009 o 2010, con migliori condizioni economiche.

 

La notizia sulla stampa:

IL MATTINO,CLICCA

CRONACHE DEL SALERNITANO,CLICCA

SALERNONOTIZIE,CLICCA

CILENTONOTIZIE,CLICCA

SALERNOTODAY,CLICCA

AGROPOLINEWS,CLICCA

CILENTOLIVE,CLICCA

STILETV,CLICCA

RETESETTETV,CLICCA

 

Click on pen to Use a Highlighter on this page
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Tag:,

Comments are closed.